Diventa cliente

Richiedi la tessera

Arriva l'e-fattura!

fattura-elettronica

Dal 1° gennaio 2019, entrano in vigore gli obblighi relativi alla fatturazione elettronica, introdotti dalle legge di bilancio 2018 (L. 27 dicembre 2017 n. 205) che impone ad imprese e professionisti residenti o stabiliti in Italia di predisporre e trasmettere la fattura secondo il formato e le modalità tecniche definite con il Provvedimento 8975/2018 pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate.


Cosa cambia per METRO


Nel rispetto delle nuove regole sulla fattura elettronica, dal 1° gennaio 2019, METRO emetterà le fatture attraverso il Sistema di Interscambio (SDI), la piattaforma telematica dell’Agenzia delle Entrate che è a tutti gli effetti il postino elettronico che si occupa del recapito del documento al destinatario.

Al fine di consentire la corretta trasmissione delle fatture è necessario disporre del Codice Destinatario di 7 cifre o di un indirizzo specifico di Posta Elettronica Certificata (PEC). In assenza di tali informazioni le fatture saranno recapitate dallo SDI nell’area web riservata alla tua partita IVA sul sito dell’Agenzia delle Entrate, sezione “Fatture e Corrispettivi”.

 

Cosa cambia per te


Per essere quindi sicuri di ricevere correttamente le e-fatture degli acquisti effettuati in METRO dovrai comunicarci non solo la partita Iva e i dati anagrafici, come accadeva con le fatture tradizionali, ma anche l’indirizzo telematico (PEC o il Codice Destinatario di 7 cifre) che METRO dovrà riportare nella e-fattura affinché il SdI sia in grado di consegnare la fattura stessa.

Per poter implementare tempestivamente gli opportuni adeguamenti dei nostri sistemi informativi, in occasione della prossima visita in punto vendita ti chiediamo cortesemente di indicarci, presso il banco di assistenza Clienti, il Codice Destinatario o la Posta Elettronica Certificata da utilizzare per la fatturazione elettronica.



Che cos'è la fattura elettronica?

La fattura elettronica si differenzia da una fattura cartacea per due aspetti: 

  • va necessariamente redatta utilizzando un pc, un tablet o uno smartphone, con l’ausilio di un programma che consenta la compilazione del file fattura secondo il formato XML previsto dalla legge. L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione gratuitamente 3 tipi di programmi per predisporre le fatture elettroniche:
    • una procedura web, utilizzabile accedendo al portale “Fatture e Corrispettivi” del sito internet dell’Agenzia (per l’uso di tale procedura occorre disporre di una connessione in rete);
    • un software scaricabile su PC (tale procedura può essere utilizzata anche senza essere connessi in rete);
    • un’App per tablet e smartphone, denominata Fatturae, scaricabile dagli store Android o Apple (per l’uso di tale procedura occorre disporre di una connessione in rete);
  • deve essere trasmessa elettronicamente al cliente tramite il c.d. Sistema di Interscambio (SdI).

I dati obbligatori da riportare nella fattura elettronica sono gli stessi che si riportavano nelle fatture cartacee ai quali è necessario aggiungere l’indirizzo telematico - Codice Destinatario o la Posta Elettronica Certificata -previsto per il recapito della fattura.

Per maggiori dettagli sulla fatturazione elettronica si rimanda alla guida pubblicata dall’Agenzia delle Entrate, scaricabile a questo link.


Scopri di più sulla Fattura Elettronica